Le novità della settimana: Bridget Jones’s Baby

bridget-jones-s-baby-character-poster-ita-666x444

 

di Renata Morbidelli

Il 22 settembre non perdetevi il terzo, simpatico e frizzante episodio che vede protagonista la executive londinese più dolce, imbranata e non più tanto ingenua del cinema contemporaneo. Dopo Il diario di Bridget Jones e Che pasticcio, Bridget Jones, le sue avventure e disavventure, tra amori, sogni e sbandate sentimentali continuano con questo terzo capitolo che, già dal trailer, si preannuncia come una scoppiettante commedia.

Sono passati 12 anni da quando Bridget Jones ha iniziato a scrivere il suo diario. Continuano ora le avventure e le disavventure della executive londinese ora arrivata alla soglia dei quarant’anni. In Bridget Jones 3, Bridget decide di concentrarsi sul suo lavoro di collaboratrice in un notiziario di punta, e di circondarsi di vecchi e nuovi amici. Per una volta, Bridget ha tutto completamente sotto controllo. Cosa potrebbe andare storto? La sua vita sentimentale ha però una svolta quando Bridget incontra un affascinante americano di nome Jack (Dempsey), tutto quello che Mr. Darcy non è. In un improbabile colpo di scena, si ritrova in dolce attesa, ma con un inconveniente…non è sicura dell’identità del padre. (fonte: Coming soon) Bridget-Jones-Gallery-03

Gli ingredienti (gli interpreti) promettono bene. Renée Zelweger, Colin Firth e Patrick Dempsey sono tre attori che si sono fatti conoscere dagli spettatori del piccolo e grande schermo per le loro spiccate doti interpretative in più di un’occasione e la fortunata formula della donna imperfetta e autoironica, a mio parere, funziona sempre. Anche se ancora questo film deve uscire nelle sale, visto il successo dei primi due, credo che sia una pellicola da gustarsi nel buio della sala, in compagnia di qualche amico e di un bel pacco di pop corn e… buon divertimento!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

20 − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.