Quando l’Horror diventa un orrore

Dracula-dario-argento-poster2-751x1024
Quando l’Horror diventa un orrore si cade veramente nel ridicolo, ma non quel ridicolo confezionato appositamente, bensì quel ridicolo che diviene una patetica farsa spacciata per un qualcosa di serio. In questo caso il colpevole di tale scempio è il film intitolato Dracula 3D, diretto niente meno che da Dario Argento. Mi chiedo come abbia potuto un regista del suo calibro precipitare così in basso, come abbia fatto a concepire una pellicola così ignobile e scadente come quella che ho visto ieri sera. Non vi è assolutamente nulla da salvare, né da perdonare. Ogni fotogramma rappresenta quanto di più scadente e dozzinale è in grado di offrire il panorama cinematografico mondiale di scarsa qualità. La trama vorrebbe riproporre un’ulteriore versione del Dracula di Bram Stoker, così magistralmente proposta nel 1992 da un geniale Francis Ford Coppola, il quale ha vinto anche diversi Oscar, oltre a numerosi altri riconoscimenti, proprio per questa pellicola. Un film (quello di Coppola ovviamente) che ha rapito la fantasia comune con le sue atmosfere, la colonna sonora, la fotografia e le meravigliose interpretazioni di Gary Oldman, Winona Ryder, Anthony Hopkins e Keanu Reeves. Persino la nostra Monica Bellucci è riuscita a non sfigurare, dando il meglio di sé.
Veniamo al dunque.
L’arroganza degli intenti vorrebbe Dracula 3D, questo scempio cinematografico, come un remake del più celebre predecessore (sempre il film di Coppola, appunto) e viene inoltre proposto come il primo film di Dario Argento in 3D…
E se già con la bubbola del remake il Conte Dracula era stato preso da un attacco di vomito irrefrenabile, dopo la presunzione di una visione in 3D, di codesta schifezza, ha deciso di impalarsi da solo. Il film è stato girato da maggio ad agosto del 2011 ed è uscito nel novembre del 2012, dunque dalla fine delle riprese alla presentazione ufficiale è passato più di un anno in cui si è operata la post-produzione della pellicola, ovvero montaggio, doppiaggio ed effetti speciali. Tecnicamente parlando il film è penoso a partire dalle luci ai costumi, dalle scenografie alla fotografia, per finire al montaggio eseguito con i piedi (e so di cosa sto parlando). Dracula-3D-nuove-immagini-del-film-di-Dario-Argento-4Il doppiaggio è altrettanto scadente e ci si chiede come mai Asia Argento riesca a parlare in un italiano più o meno corretto in un film come xXx, interpretato con Vin Diesel, mentre in questo assume cadenze strane, biascicate, come se si fosse appena mangiata un’intera confezione di caramelle Mou. E dire che non è nemmeno male come attrice, qualche interpretazione degna di nota è pur riuscita a regalarcela in qualche film. Dunque chi le ha dato da mangiare le lumache prima di doppiare se stessa?
Stendiamo un velo pietoso su Thomas Kretschmann e Rutger Hauer, rispettivamente Dracula e Van Helsing, dal momento che i loro livelli interpretativi non hanno sicuramente risollevato qualitativamente la pellicola, anzi. Probabilmente avevano un mutuo da pagare per aver accettato i rispettivi ruoli, d’altra parte anche loro devono pur mangiare.
Vogliamo allora parlare degli effetti speciali?
Bene, parliamone! Quali effetti speciali? Per favore, qualcuno sarebbe così cortese da spiegarmi in cosa avrebbero dovuto essere speciali quei due effetti, peraltro miseri, che si sono visti in tutto il film?! E poi avrebbero dovuto essere anche tridimensionali? Suvvia, non scherziamo!
Mia figlia, quattordicenne, per Halloween è stata in grado di eseguire degli effetti di trucco decisamente più convincenti e più realistici e, nota bene, lei non è una professionista del settore ed è solo un’adolescente animata da tanta buona volontà e fantasia.
mantide dracula
E vogliamo invece parlare della gigantesca mantide religiosa in cui si trasforma il più famoso vampiro della storia? Una mantide religiosa? Ma cos’è?! Un insetto alieno proveniente dallo spazio?! Ma quando mai?! Oltretutto una mantide palesemente eseguita con un programma computerizzato degno dei primi giochi creati per la playstation uno! Ovvero graficamente orrenda!
Quindi non c’è da stupirsi se la pellicola ha incassato solo 18.000 € nella prima settimana di programmazione e appena 274.000 € nel totale, il tutto contro i 215.862.692 $ (milioni di dollari) incassati dal meraviglioso Dracula di Coppola.
In sostanza un film da evitare come la peste bubbonica, da depennare da qualsiasi raccolta di film Horror e semmai da inserire nella classifica fra i primi dieci peggiori film di ogni genere a livello mondiale.

Related Post

5 thoughts on “Quando l’Horror diventa un orrore

  1. Ho guardato il film più per vedere se fosse davvero così terribile o no…Era anche peggio, Bonnie è stata generosa.Questo film è gradevole come una purga prima di un colloquio di lavoro.Sembra girato su pellicola riciclata, con luci prese dalla cantina, e non venitemi a dire che è per fare atmosfera. E' pieno di scene esageratamente lunghe e soprattutto inutili. Già sarebbe penoso se durasse una sola ora, ma proprio un’ora e quarantacinque? Perché farlo durare così tanto?Ricordo Rutger Hauer nella storica scena di Blade Runner. Mentre in questo film non sembrava nemmeno l'ombra di se stesso.Parliamo della scena in cui la tipa copula con il compaesano sposato, con un’altra, a inizio film… Hai un fienile intero a disposizione, proprio in quella scomodissima e assurda posizione ti fai sbattere? Ma non vi frantumate le articolazioni? Ma non ci sono molte posizioni decisamente migliori? Vi hanno rifilato un Kamasutra con i disegni stampati al contrario?Altra cosa che mi ha fatto inorridire è la scena in cui si vede il morso sul polpaccio di Asia Argento:1) Hai una vasca in cui stenderti, perché ci stai in piedi? Soprattutto visto che sei malata…2) Perché ti fai lavare dalla tua amica? Mica ti ha amputato le manine il buon Dracula…3) Come diamine a fatto a morderla in quel modo, lasciando i due segni del morso in orizzontale in quel punto, dietro al polpaccio? Si è inghiottito tutta la gamba prima?Concordo sui commenti di Bonnie sulla pronuncia della stessa Asia.Parlando di effetti speciali… Semplicemente inesistenti. Ci sono effetti, ma di speciale non hanno altro…Soprassiedo sui commenti a molte altre scene ma aggiungerò un ulteriore nota appena rivedrò i titoli iniziali.

  2. E dove la mettiano la mantide religiosa? E i denti di plastica usati per carnevale? Eddai… potevamo forse evitare di stupirci di fronte alle tette di Asia Argento in 3D? Potevamo!

  3. La mantide religiosa saprei io dove metterla… E ci metterei insieme i denti di plastica e pure le varie tette, messe a uso e consumo di un pubblico facilmente influenzabile da certi "argomenti"…Mentre cosa dire della scena in cui Van Helsing, di notte, si aggira nella fitta foresta, che in linea teorica dovrebbe essere completamente buia e popolata di lupi? Ancora maggiore il contrasto quando il prete sbuca dalla fitta boscaglia con una lanterna, che spande la luce di una candela, illuminando tutta la scena. Ok, che c'era la luna piena, ma era davvero troppo luminoso tutto il contesto…

  4. Insomma Leonelli! Lei non capisce l'arte! Tuttavia… Prima o poi capirò l'utilità e la necessità intercorsa nel voler produrre una simile minchiata.

  5. Film prodotto al fine di far intascare a qualcuno i finanziamenti "gentilmente offerti" dallo stato italiano attraverso la regione Lazio, come ben specificato nei titoli di testa e quindi pagato dalle nostre tasche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

9 − 9 =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.