In quanti modi si può scrivere che un film è brutto

In quanti modi si può scrivere che un film è brutto

Esce “Emoji”, di cui i critici hanno scritto in modo unanime cose tipo: «Mi fa solo desiderare la morte»

Non si può mai dire davvero, e c’è sempre qualcuno per cui Dunkirk è bruttino e 2001: Odissea nello spazio è «pretenzioso, tremendamente lento, recitato in modo amatoriale e, soprattutto, sbagliato», ma si può ragionevolmente scrivere che Emoji – Accendi le Emozioni, il film d’animazione uscito oggi in Italia, è un brutto film. Dove è uscito finora ha avuto incassi discreti, ma il suo voto medio su IMDb è 2,1 su 10 e, soprattutto, sono uscite tantissime recensioni che ne hanno parlato malissimo.

Emoji – Accendi le Emozioni parla della vita di alcuni emoji che vivono dentro uno smartphone, nella città di Messaggiopoli, e di uno di loro che dovrebbe essere l’emoji usato per il “meh” ma che invece riesce a fare anche diverse espressioni. La cosa è un problema, perché il proprietario dello smartphone potrebbe farlo riformattare, distruggendo Messaggiopoli. Il protagonista deve quindi vagare per smartphone per rimediare ai problemi che ha creato. Tra i doppiatori della versione originale c’è anche Patrick Stewart – cioè Professor X degli X-Men – che presta la sua voce all’emoji della cacca.

Rotten Tomatoes, il famoso e rilevante sito che raggruppa le recensioni dei film fatte dai critici professionisti, di solito sintetizza anche in una frase l’opinione prevalente su un certo film. Nel caso di Emoji – Accendi le Emozioni, c’è solo questo: «🚫». In realtà, nonostante l’efficace sintesi di Rotten Tomatoes, diversi critici cinematografici hanno preferito usare altre parole per stroncare il film e per dire che oltre a essere molto brutto è pure un po’ cattivo.

Alfonso Duralde di The Wrap ha intitolato il suo articolo “Senza parole” e ha scritto:

Emoji – Accendi le Emozioni è un deprimente disastro perché non è divertente, non ha idee, non ha stile visivo, non ha attori che fanno cose interessanti, non ha un punto di vista e non ha nessun’altra delle caratteristiche che potrebbero renderlo qualcosa di diverso da una completa perdita di tempo.

Continua su: In quanti modi si può scrivere che un film è brutto – Il Post

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

12 + 7 =

*