Immortals: se lo conosci, lo eviti

immortals
La locandina riporta la dicitura: Dai produttori di 300… ecco, partiamo da questo punto…
Ma fatemi il piacere!
Non paragonatemi in nessun modo 300 con questo abominio cinematografico. Non accostate un capolavoro, come la pellicola storica in questione, con questa immondizia inqualificabile. Immortals è un film da relegare nella lista delle schifezze hollywoodiane che ogni tanto arrivano sugli schermi di casa nostra, diventando persino più squallidi dei cine-panettoni che, puntualmente ogni anno, ci vengono rifilati come esempio della tipica “produzione culturale” nostrana. Non mi soffermo su quest’ultimo punto perché necessita di un articolo a parte, ma torno invece a considerare questo film, spacciato per storico, presunto mitologico, in realtà assurdo, brutto, inutile e invedibile. In breve la trama: Iperione, un re mortale, crudele e sanguinario, cerca l’arco di Epiro, che dovrebbe aiutarlo a liberare i Titani, con i quali Iperione vuole vendicarsi degli dei, perché si sono resi colpevoli, a suo tempo, di non essere intervenuti per salvargli la moglie e la prole. Nel suo girovagare Iperione inciampa nella diceria che vuole Fedra, un oracolo, in grado di svelargli il luogo in cui l’arco è nascosto. E mentre massacra tutto quello che trova sul suo cammino s’imbatte in Teseo, del quale uccide la madre e che diventerà l’eroe della pellicola.
Bene, a questo punto è doveroso avvertire che il seguito contiene molti spoiler… anche se, visto l’elevato livello cul… turale del film… potrei anche non avvertire, tanto non perdereste nulla.

Spoiler

immortals-zeus
Iniziamo da Iperione, dal povero Mickey Rourke che, finiti i tempi in cui giocava per 9 settimane e mezzo con Kim Basinger e conquistava la bella Carrè Otis in Orchidea selvaggia, oppure interpretava magistralmente il detective maledetto in Angel Heart, di fianco a un intramontabile De Niro, ha accettato questo ruolo infame, probabilmente per disperazione. Iperione era uno dei Titani, figlio di Urano e Gea, il quale finì per schierarsi con Zeus, unendosi alle schiere di Crono e subendone poi la stessa sorte. Dunque non un re mortale e, tanto meno, non un essere ossessionato da un ipotetico arco di Epiro.
Passiamo a Teseo, interpretato da un insignificante Hanry Cavill. La leggenda vuole Teseo a Creta, mentre cerca di non perdersi nel labirinto, grazie al famoso filo d’oro datogli da Arianna, a caccia di quel Minotauro a cui re Minosse da in pasto 7 vergini ateniesi, ogni anno. Che ci fa allora questo Teseo mentre seduce l’oracolo Fedra, ricerca l’arco di Epiro, per non farlo cadere in mani sbagliate, capeggia rivolte e prende tante mazzate dai soldati di Iperione? Arianna si è persa nel labirinto e il Minotauro, anche se per certi versi compare nel film, diventa la caricatura di se stesso, ridicolo e patetico.
E che dire degli Dei… interpretati da modelli direttamente rapiti dalle passerelle di Dolce e Gabbana? Zeus, Ares, Poseidone, Apollo… tutti attori scelti per le loro caratteristiche efebiche, nulla di più lontano dalle figure possenti e determinanti del pantheon greco. Stendiamo un velo pietoso sui costumi, sempre tratti dalle passerelle dei noti stilisti e dai vestitini super aderenti, corredati di scollature push-up per le protagoniste, adatti per poterci appoggiare sopra dei vasi, contenti dei gerani cascanti, nel più tipico stile tirolese.Immortals Film Athena
Infine i Titani… se per i seguaci di Zeus sono state scelti modelli filiformi, per i Titani chi ha formato il cast, ha prediletto delle mere imitazioni di Gollum.
Il tutto condito con scene inutilmente splatter, prive di senso e senza alcuna pretesa artistica. Sangue zampillante ovunque, arti svolazzanti da tutte le parti e materia organica fatta schizzare a raggiera in ogni dove.
Ultima curiosità: Cassandro… presunto re del Tartaro… altra figura opinabile in questo film abominevole.
Innanzi tutto non era Cassandra? Non era figlia di Priamo, re di Troia, nota per essere stata punita dagli dei e costretta a dire una verità, per la quale nessuno l’avrebbe mai creduta? L’unico Cassandro abbastanza noto nella storia era Cassandro I, re di Macedonia e non un re del Tartaro. Oltre al fatto che il Tartaro è il luogo in cui vengono tenuti prigionieri i Titani e che, nelle interpretazioni più comuni, viene spesso associato all’Ade.
Quindi ditemi, questi produttori di 300… che cosa si sono fumatiper partorire una mostruosità come Immortals?

Related Post

One thought on “Immortals: se lo conosci, lo eviti

  1. Perfettamente d'accordo con te, solo grandi effetti speciali degni delle migliori americanate e la bellezza possibilmente statica, perché se si muove si perde tutto, di Teseo alias Henry Cavill. Venire dall'incredibile e originalissimo 300 avrà fatto male…..o forse i produttori vanno a peperonate???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 × tre =

*