I sinistri video di Poppy

I sinistri video di Poppy

Chi è l’inquietante personaggio nato su YouTube che ora sta diventando una vera cantante pop, e nessuno ha capito bene davvero

Il mese scorso è stato presentato al Sundance Film Festival, il famoso festival di cinema indipendente americano, un episodio pilota di una serie tv che ha per protagonista uno strano personaggio di nome Poppy. Poppy è una giovane donna con la pelle molto chiara e i capelli ossigenati lunghi e lisci, che veste seguendo l’estetica giapponese del kawaii (cioè quella del “carino”, ma anche piccolo, buffo e dall’aspetto infantile, tipico dei personaggi dei manga e anime giapponese). La serie tv è stata prodotta da YouTube Red, la versione di YouTube a pagamento, ed è particolare perché il personaggio di Poppy ha anche un canale su YouTube, che da tempo pubblica video che provocano inquietudine e ansia.

Poppy parla un po’ come un’assistente vocale e un po’ come una bambina, e la sua voce spesso è accompagnata da un’inquietante musica di sottofondo che potrebbe stare in un film di David Lynch: è infantile, con un tono simile a quello dei video ASMR, quelli che dovrebbero suscitare una piacevole sensazione di formicolio accompagnata da uno stato di completo rilassamento mentale.

Dopo avere visto un po’ di video di Poppy, si ha l’impressione che tutto il canale sia una specie di parodia del modo in cui molte persone famose si presentano al mondo attraverso i propri profili social e le loro performance. Allo stesso tempo, però, sembra che ci sia qualcosa in più. Nell’ultimo anno, facendo un disco, apparendo in televisione e in alcune pubblicità, Poppy è diventata un “vero” personaggio famoso. Ne hanno parlato anche diversi giornali importanti, chiedendosi un po’ tutti quale fosse il senso dietro al suo personaggio: una domanda a cui finora nessuno ha saputo dare una risposta chiara.

Sorgente: I sinistri video di Poppy – Il Post

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 × 4 =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.