Chernobyl Diaries edizione DVD

di Giancarlo Ibba

Chernobyl

 

Mi aspettavo molto peggio da questo “Chernobyl Diaries”, specie dopo aver letto in giro per la rete recensioni certo non entusiastiche. Invece mi sono trovato di fronte a un prodotto che, seppur infarcito di luoghi comuni horror, grazie alla sua insolita e famigerata ambientazione “radioattiva” (già da sola sufficiente a creare un atmosfera inquietante, vedi i numerosi documentari in merito), centra il suo obiettivo minimo: intrattenere lo spettatore amante del brivido. La relativamente breve durata della pellicola facilita il compito del regista, pur ostacolato da una sceneggiatura prevedibile (solito gruppetto di maschi idioti e gnocche urlanti che si ficca nei guai durante una vacanza spensierata), compattando gli eventi e lasciando poco spazio a inutili divagazioni. La camera quasi sempre a mano segue da vicino i bellocci protagonisti nella loro discesa nell’inferno congelato nel tempo della cittadina di Pripyat, senza esagerare con i traballamenti, con con un curioso, persistente e non sgradevole effetto da filmino amatoriale casalingo. La ricostruzione scenica della desolata location (il film non è stato girato nei luoghi reali della tragedia, ovviamente) è apprezzabile, come è apprezzabile la scelta di giocarsi la suspense con il non mostrato, piuttosto che con effetti speciali invadenti e strabilianti. L’intreccio è semplice, ridotto quasi all’osso si potrebbe dire, ma lo ritengo un pregio e non un difetto. Ripeto, in questo genere di film a basso budget vale il principio “meno è meglio”. Certo, c’è qualche svarione e buco evidente nella trama, tuttavia i danni sono limitati e nascosti dal ritmo svelto della narrazione. Per quanto riguarda il versante tecnico del Blu-Ray, bisogna dire che la definizione video è discreta nelle scene diurne e buona in quelle notturne (che sono in maggioranza, soprattutto nella seconda parte del film), senza perdita eccessiva di dettaglio nelle zone d’ombra. Nitido l’audio, anche se sfruttato poco, in favore del silenzio spettrale della cittadina fantasma. Colonna sonora anonima. Il comparto extra è purtroppo abbastanza scarso, limitandosi a un making off scontato e al trailer cinematografico.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

15 + 17 =

*