Category Trash

A luglio arriva Sharknado: The 4th Awakens

A luglio arriva Sharknado: The 4th Awakens

Il quarto capitolo della terribile (e divertente) saga degli squali volanti andrà in onda negli Usa in estate

Era noto che la saga Sharknado avrebbe avuto anche un quarto imperdibile capitolo, ma il canale Syfy (a cui spettano produzione originale e messa in onda) ne ha appena divulgato il titolo. Si chiamerà Sharknado: The 4th Awakens, con l’ovvio intento di fare il verso a Star Wars – Il risveglio della Forza (The Force Awakensin inglese).

Ian Ziering tornerà nei panni dell’eroe (?) protagonista Fin. La storia del nuovo atto avrà inizio cinque anni dopo gli eventi di Sharknado 3, mentre il mondo sembra essersi finalmente liberato dalla minaccia degli squali volanti. Fino a che…

Sharknado: The 4th Awakens andrà in onda su Syfy, ne...

Leggi articolo

Eccezionale Veramente: un programma da chiudere

Eccezionale Veramente: un programma da chiudere

di Jessica Camargo Molano

Al termine della prima puntata di Eccezionale Veramente, il nuovo talent show in onda su La7, mi resta solo un dubbio: sarà stata sufficiente questa serata oppure dovremo andare avanti per un altro paio di puntate prima che qualcuno abbia il buon senso di chiuderlo?

Di “eccezionale veramente” c’è solo il coraggio di chi è riuscito a resistere sino alla fine del programma: ammetto che, quando il presentatore Gabriele Cirilli ha annunciato che si era appena conclusa la prima manche e che quindi ci sarebbe stata un’altra ora di trasmissione, stavo per avere un mancamento.
Se questo voleva essere il tentativo per La7 di smarcarsi dall’etichetta di canale di informazione ed approfondimento per avvicinarsi a...

Leggi articolo

Non è vero ma ci credo: The Lady, il sogno di Lori Del Santo

taglioAlta_001767

di Antonella Mattei

Per una come me, appassionata di vecchi film in bianco e nero, delle pellicole d’elite, amante dei grandi attori e dei personaggi che hanno fatto la storia del Cinema mondiale, di regie ricercate e interpretazioni sofisticate, quello che ho visto su youtube ha del fantascientifico, non sono ancora del tutto sicura che sia effettivamente una web serie: secondo me potrebbe trattarsi di un esperimento clinico per valutare il quoziente intellettivo di chi sceglie di guardare la serie in questione.lory-del-santo1 Sto parlando di The Lady, un prodotto al quale è persino difficile dare una definizione precisa, perché trash è troppo riduttivo, forse patetico o commovente risulta più appropriato, visto che in alcuni momenti le lacrime hanno proprio voglia di uscire di loro volontà...

Leggi articolo

Se non è amore, push da interruttore!

0104_205820_take-me-out-diretta

Il poco convincente conduttore, stile “finto giovane”, outfit orrendo quanto basta, stile urlato, è Gabriele Corsi, componente del Trio Medusa (esiste ancora?).

Take me out, su Real Time, è un programma che, in teoria, dovrebbe essere innovativo: è un format disponibile in 28 paesi del mondo e se tutti i 28 hanno lo stesso grado di trash dell’edizione italiana si capisce perché il mondo gira in questo modo.

Corsi scende in una specie di arena rinchiuso in un ascensore high tech e trova un semicerchio di trenta sgallettate, cioè, volevo dire trenta Erinni abbigliate come le passeggiatrici della Togliatti (per i non romani specifico che la Togliatti è un lungo viale dove si ritrovano, ad ogni ora del giorno e della notte, donne, uomini, trans e altre figure indefinite per mettere in v...

Leggi articolo

(O)scene da un matrimonio

Al trash non c’è mai fine: (O)scene da un matrimonio

175004-thumb-full-il_boss_delle_cerimonie1

Siete proprio sicuri di aver visto, e schivato, in tv tutto il trash disponibile?
L’Isola dei famosi, quella di Luxuria dove ci si conosce e innamora completamente nudi, gli inesplicabili tronisti che poi ritroviamo sull’isola di prima e poi di nuovo in fiction che, a paragone d’interpretazione, il cane Rex (Akim all’anagrafe) potrebbe essere candidato all’Oscar, tali le capacità interpretative, dell’attore s’intende non del cane, e poi si reiventano giudici di qualche arte che non conoscono affatto. Oppure credete che il massimo del kitsch vissuto sia la visione degli abiti di scena della D’Urso o il suo farsi chiamare dottoressa, o il suo vezzo di dare del tu a persone titolatissime, per poi farsi rispondere col lei. No...

Leggi articolo